fbpx

Estrazione del latte materno

La spremitura del latte è utile in numerose situazioni perché permette ad una madre di avviare o continuare l’allattamento al seno.

Spremere il latte è utile in diverse situazioni:

  • Ridurre l’ingorgo mammario
  • Alimentare un bambino con difficoltà  di suzione (coordinazione, capezzolo invertito, rifiuto del seno, ecc.)
  • Alimentare un bambino con basso peso o con una patologia che ostacola la poppata
  • Mantenere accettabile la produzione di latte in caso di malattia della madre o del bambino
  • Conservare il latte materno quando la madre è al lavoro
  • Evitare che il latte vada sprecato, quando la madre è lontana dal bambino
  • Spremere il latte direttamente nella bocca del bambino
  • Prevenire secchezza e dolore del capezzolo e dell’areola.

Il modo più facile per spremere il latte è quello manuale che non richiede alcuna strumentazione particolare, si può fare in qualsiasi luogo e momento. È facile farlo quando il seno è morbido e più difficile in caso di ingorgo o dolore mammario. Meglio iniziare a spremersi il latte nel primo o nel secondo giorno dopo il parto senza aspettare la montata lattea.

Come spremere il latte con le mani:

  • Lavarsi le mani
  • Rilassarsi
  • Riduce il rischio di sviluppo di allergie
  • Stimolare il capezzolo e massaggiare la mammella dalla
    periferia verso il capezzolo
  • Chinarsi in avanti e, se necessario, sostenere la mammella da sotto
  • Premere le dita in dentro verso il torace
  • Con il pollice e l’indice in opposizione e simmetricamente rispetto al capezzolo comprimere i seni galattofori situati dietro l’areola, poi rilasciare
  • Comprimere e rilasciare in continuazione fino a quando il latte non cessa di fuoriuscire
  • Spostare le dita attorno all’areola fermandosi in più punti e fare la stessa operazione fino a svuotare tutti i seni galattofori
    (eventualmente usare anche l’altra mano)
  • Ogni tanto massaggiare la mammella con tocco leggero a partire dall’attaccatura verso il capezzolo controllando che non vi siano zone dure
  • Ripetere il procedimento fino a quando entrambe le mammelle non siano morbide.

Bisogna evitare di strizzare, tirare o pressare sulla mammella o il capezzolo per il rischio di non fa scorrere il latte. Se il latte tarda ad arrivare conviene rilassarsi e aspettare senza fretta. Esercitarsi a spremere il latte quando è abbondante.

Silver Cap

44,80

Categoria:

Descrizione

Silver Cap

Silver Cap è un dispositivo medico in trilaminato d’argento puro, destinato a proteggere i capezzoli della donna durante il periodo dell’allattamento come coadiuvante nel trattamento delle ragadi o per evitarne l’insorgenza.

Silver Cap

Silver Cap è un dispositivo medico in trilaminato d’argento puro, destinato a proteggere i capezzoli della donna durante il periodo dell’allattamento come coadiuvante nel trattamento delle ragadi o per evitarne l’insorgenza.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Silver Cap”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche..

Tutti i plus del latte materno

Ancora oggi il latte materno è l’alimento ideale per il neonato, perché contiene tutte le sostanze nutritive necessarie alla sua crescita in buone condizioni di salute ed è sempre disponibile alla temperatura ideale, sterile e senza ulteriori costi per la famiglia....

Le posizioni per allatare

Fondamentale per la mamma è la scelta di una posizione comoda da variare di volta in volta per consentire al bambino di fare pressione in aree diverse del capezzolo e dell’areola, in modo da evitare eventuali irritazioni al capezzolo con il rischio di fastidiosi...

Come prendersi cura del proprio seno

Durante la gravidanza, sotto gli stimoli del nuovo assetto ormonale, mammelle e capezzoli si preparano naturalmente all’allattamento, tanto che nella maggioranza dei casi non occorre una particolare attenzione o preparazione della puerpera in tal senso. Piuttosto,...